1. Santa Teresa di Gesù Bambino, vergine e Dottore della Chiesa (†1897 Lisieux – Francia).
    San Nicezio di Treviri, Vescovo (†561). Secondo San Gregorio di Tours, era forte nella predicazione, terribile nell’argomentazione e costante nell’insegnamento. Subì l’esilio sotto il regno di Clotario I.
  1. Santi Angeli Custodi.
    Beati Ludovico Yakichi, sua moglie Lucia e i loro figli Andrea e Francesco, martiri (†1622). Benefattore dei domenicani di Nagasaki, il Beato Ludovico fu arso vivo dopo aver assistito alla decapitazione di sua moglie e dei suoi figli.
  1. XXVII Domenica del Tempo Ordinario.
    Santi Andrea de Soveral, Ambrogio Francesco Ferro, presbiteri, e compagni, martiri (†1645 Cunhau e Uruaçu – Brasile).
    San Gerardo di Brogne, abate (†959). Fondatore e primo superiore dell’Abbazia di Saint-Gérard a Brogne, in Belgio. Si dedicò al rinnovamento della disciplina monastica nelle Fiandre e in Lotaringia.
  1. San Francesco d’Assisi, religioso (†1226 Assisi).
    Santa Aurea di Parigi, badessa (†c. 666). Superiora del Monastero di San Marziale a Parigi, dove vivevano circa trecento vergini sotto la regola di San Colombano.
  1. Santa Mamlacha, vergine e martire (†sec. IV Persia).
    Santa Maria Faustina Kowalska, vergine (†1938 Cracovia – Polonia).
    San Placido, monaco (†sec. VI). Discepolo di San Benedetto fin dall’infanzia. Patrono dei novizi benedettini.
  1. San Bruno, sacerdote (†1101 Serra San Bruno – Calabria).
    Santa Maria Francesca delle Piaghe di Nostro Signore Gesù Cristo, vergine (†1791). Terziaria francescana morta a Napoli.
  1. Madonna del Rosario.
    Sant’Augusto, presbitero e abate (†c. 560). Poiché soffriva di tumefazione alle mani e ai piedi, si sosteneva sulle ginocchia e sui gomiti. Guarito per intercessione di San Martino, fondò a Bourges, in Francia, una comunità di monaci, dediti ininterrottamente alla preghiera.
Santa Reparata – Chiesa della Santa Croce, Genazzano
  1. Santa Reparata (†sec. III). Torturata e uccisa durante il regno di Decio per essersi rifiutata di sacrificare agli idoli.
  1. San Dionigi, Vescovo, e compagni, martiri (†sec. III Parigi).
    San Giovanni Leonardi, presbitero (†1609 Roma).
    Santa Publia, vedova (†sec. IV). Entrò in un monastero dopo la morte del marito. Fu schiaffeggiata per ordine dell’Imperatore Giuliano l’Apostata per aver cantato salmi che condannavano l’idolatria.
  1. XXVIII Domenica del Tempo Ordinario.
    San Cerbone, Vescovo (†c. 575). Vescovo di Populonia, Livorno.
  1. San Filippo. Uno dei primi sette diaconi della Chiesa. Convertì la Samaria e battezzò il ministro della Regina Candace d’Etiopia.
  1. Nostra Signora di Aparecida, patrona del Brasile.
    Beato Thomas Bullaker, presbitero e martire (†1642). Religioso francescano, arrestato durante il regno di Carlo I d’Inghilterra mentre celebrava la Santa Messa. Fu impiccato a Tyburn e squartato mentre era ancora vivo.
  1. Beata Maddalena Panattieri, vergine (†1503). In una piccola cappella di Trino, Vercelli, questa terziaria domenicana catechizzava e dava consigli persino ai sacerdoti che accorrevano da lei.
  1. San Callisto I, Papa e martire (†c. 222 Roma).
    Santa Angadrisma, badessa (†c. 695). Superiora del monastero benedettino di Oroër-des-Vierges, fondato da Sant’Ebrulfo nelle vicinanze di Beauvais, in Francia.
  1. Santa Teresa di Gesù, vergine e Dottore della Chiesa (†1582 Alba de Tormes – Spagna).
    San Barsen, Vescovo (†1879). Condannato all’esilio dall’imperatore ariano Valente, morì a Edessa, in Turchia.
  1. Santa Edvige, religiosa (†1243 Trebnitz – Polonia).
    Santa Margherita Maria Alacoque, vergine (†1690 Paray-le-Monial – Francia).
    Sant’Anastasio, monaco (†c. 1085). Eremita sull’isola di Tombelaine, vicino al Mont Saint-Michel, fu invitato da Sant’Ugo a entrare nel monastero di Cluny. Morì a Pamiers, dove trascorse gli ultimi anni della sua vita in solitudine.
  1. XXIX Domenica del Tempo Ordinario.
    Sant’Ignazio di Antiochia, Vescovo e martire (†107 Roma).
    Beata Maria Natalia di San Luigi Vanot e compagne, vergini e martiri (†1794). Religiose dell’Ordine delle Orsoline, ghigliottinate a Valenciennes, in Francia.
  1. San Luca, Evangelista.
    Sant’Asclepiade, Vescovo (†218). Insigne confessore della Fede ai tempi delle persecuzioni ad Antiochia, attuale Turchia.
  1. Santi Giovanni de Brébeuf, Isacco Jogues, presbiteri, e compagni, martiri (†1642-1649 Ossernenon – Canada).
    San Paolo della Croce, presbitero (†1775 Roma).
    Santa Fridesvida, vergine (†735). Abbandonò la vita di corte per diventare badessa a Oxford, in Inghilterra.
  1. San Cornelio, il Centurione. Battezzato da San Pietro a Cesarea in Palestina.
  1. Santa Celina (†d.458). Madre dei Vescovi San Principio di Soissons e San Remigio di Reims.
  1. San Lupenzio, abate (†c.684). Abate di Saint-Privat-de-Javols, a Châlons. Dopo aver subito innumerevoli insulti e calunnie da parte di Innocenzo, conte di quella città, morì decapitato.
San Giovanni da Capestrano – Convento degli Scalzi, Lima
  1. San Giovanni di Capistrano, presbitero (†1456 Ilok – Croazia).
    Santa Etelfleda, badessa (†sec. X). Ancora adolescente, si consacrò a Dio nel monastero fondato da suo padre Etelwoldo a Ramsey, in Inghilterra, del quale fu badessa per molti anni fino alla sua morte.
  1. XXX Domenica del Tempo Ordinario.
    Sant’Antonio Maria Claret, Vescovo (†1870 Fontfroide – Francia).
    San Martino di Vertou, diacono e abate ((†sec. VI). Ordinato diacono da San Felice, Vescovo di Nantes, in Francia, fu da lui inviato ad evangelizzare i pagani dei dintorni. Eresse e governò il monastero di Vertou.
  1. San Gaudenzio, Vescovo (†410 Brascia).
    San Mauro di Pécs, Vescovo (†1070). Abate del monastero di San Martino di Pannonhalma, in Ungheria, nominato Vescovo di Pécs su indicazione del Re Santo Stefano.
  1. Santi Luciano e Marciano, martiri (†c. 250). Arsi vivi a Izmit, in Turchia, per ordine del proconsole Sabino.
  1. San Gaudioso, Vescovo (†sec. V/VI). Vescovo di Abitinia, nell’attuale Tunisia, che, fuggendo dalla persecuzione dei Vandali, finì i suoi giorni in un monastero da lui fondato a Napoli.
  1. San Simone e San Giuda Taddeo, Apostoli.
    San Vincenzo, Santa Sabina e Santa Cristeta, martiri (†c. 305). Fuggiti da Talavera de la Reina ad Avila, furono crudelmente assassinati in questa città spagnola.
  1. San Dodone, abate (†sec. VIII). Abate di Wallers, in Francia, che, sentendosi chiamato alla vita ascetica, si fece eremita nelle vicinanze di questo monastero.
  1. Beata Benvenuta Boiani, vergine (†1292). Terziaria domenicana che consacrò la sua vita alla preghiera e alla penitenza, a Cividale del Fruili.
  1. XXXI Domenica del Tempo Ordinario
    Beato Cristoforo di Romagna, presbitero (†1272). Frate minore inviato da San Francesco d’Assisi a predicare in Aquitania. Morì centenario a Cahors, in Francia.

 

Articolo precedenteIl fallimento della leonessa e la salvezza della tartaruga
Articolo successivoStella alpina, purezza e coraggio
Articoli non firmati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui