1. San Lupo di Sens, vescovo (†c. 623). Vescovo di Sens, in Francia, fu esiliato dalla sua diocesi per aver affermato che il popolo deve obbedire a Dio più che ai governanti di questa terra.
  2. Beato Brocardo, religioso (†c. 1231). Priore degli eremiti del Monte Carmelo in Palestina, ai quali Sant’Alberto, Patriarca di Gerusalemme, diede la prima regola dell’Ordine Carmelitano.
  3. San Gregorio Magno, Papa e Dottore della Chiesa (†604 Roma).
    Santi Giovanni Pak Hu-jae e cinque compagni, martiri (†1839). Decapitati a Seoul, in Corea, dopo aver sopportato crudeli torture per il fatto di essere cristiani.
  1. Santa Rosalia, vergine (†sec. XII). Abbandonò giovanissima la sua lussuosa vita di corte e andò a vivere da eremita sul Monte Pellegrino, vicino a Palermo.
  2. San Bertino, abate (†c. 698). Fondò con San Mumolino a Saint-Omer, in Francia, il monastero di Sithieu, di cui fu abate per circa quarant’anni.
  3. XXIII Domenica del Tempo Ordinario.
    Beato Bertrando da Garrigue, presbitero (†c. 1230). Discepolo di San Domenico, fu priore del convento di Tolosa e fondò monasteri dell’ordine a Parigi, Avignone e Montpellier.
  1. Santo Stefano di Châtillon, Vescovo (†1208). Monaco certosino elevato a Vescovo di Die, in Francia. Governò santamente la diocesi senza abbandonare l’austerità della vita monacale.
  2. Natività della Madonna.
    San Pietro di Chavanon, presbitero (†c. 1080). Fondò a Pébrac, in Francia, un monastero di canonici regolari.
  1. San Pietro Claver, presbitero (†1654 Cartagena – Colombia).
    Beato Giorgio Douglas, presbitero e martire (†1587). Sacerdote scozzese condannato a morte a York durante il regno di Elisabetta I.
  1. San Nicola da Tolentino, presbitero (†1305). Religioso dell’Ordine degli Eremiti di Sant’Agostino, predicò la riforma dei costumi a Tolentino (Macerata).
  2. San Pafnuzio, Vescovo (†sec. IV). Vescovo egiziano, torturato durante le persecuzioni di Galerio Massimiano. Difese la divinità di Nostro Signore contro l’arianesimo, nel Concilio di Nicea.
  3. Santissimo Nome di Maria.
    Beata Maria Luisa Prosperi, badessa (†1847). Religiosa benedettina di Trevi, Perugia, alla quale Nostro Signore concesse straordinari doni mistici, ma senza risparmiarle lunghe e dolorose prove.
  1. XXIV Domenica del Tempo Ordinario.
    San Giovanni Crisostomo, Vescovo e Dottore della Chiesa (†407 Comana – Turchia).
    Beata Maria di Gesù López de Rivas, vergine (†1640). Discepola di Santa Teresa d’Avila e priora del Carmelo di Toledo. Ricevette nel corpo e nell’anima la comunicazione dei dolori della Passione di Nostro Signore.
  1. Esaltazione della Santa Croce.
    Santa Notburga, vergine (†1313). Umile cameriera nel villaggio di Eben, in Austria, servì Cristo nei poveri, dando a tutti un esempio ammirevole di santità.
  1. Madonna Addolorata.
    Beato Camillo Costanzo, presbitero e martire (†1622). Gesuita italiano bruciato vivo durante la persecuzione in Giappone. Anche sul rogo, non smise mai di predicare la fede in Cristo.
  1. San Cornelio, Papa (†252 Civitavecchia), e San Cipriano, Vescovo (†258 Cartagine), martiri.
    San Martino di Finojosa, Vescovo (†1213). Abate del monastero cistercense di Santa Maria di Huerta, in Spagna, fu ordinato Vescovo di Sigüenza, dove si prodigò per riformare il clero.
  1. San Roberto Bellarmino, Vescovo e Dottore della Chiesa (†1621 Roma).
    San Lamberto, Vescovo e martire (†c.705). Vescovo di Maastricht, in Belgio, in un periodo di turbolenze politiche, fu esiliato e visse per sette anni come semplice monaco.
Santa Riccarda di Svevia – Abbazia di Santa Riccarda, Andlau (Francia)
  1. Santa Riccarda, imperatrice (†c. 895). Rimasta vedova, entrò nell’abbazia di Andlau, in Germania, dove trascorse il resto dei suoi giorni in preghiera e opere di carità.
  2. San Gennaro, Vescovo e martire (†sec. IV Pozzuoli – Napoli).
    San Teodoro, Vescovo (†690). Aveva quasi settant’anni quando papa San Vitaliano lo nominò Vescovo di Canterbury, in Inghilterra.
  1. XXV Domenica del Tempo Ordinario.
    Santi Andrea Kim Tae-gon, presbitero, Paolo Chong Ha-sang e compagni, martiri (†1839-1866 Corea).
    Beato Tommaso Johnson, presbitero e martire (†1537). Religioso della Certosa di Londra. Morì di fame e di malattia nella prigione dove fu gettato a causa della sua fedeltà alla Chiesa.
  1. San Matteo, Apostolo ed Evangelista.
    San Giona, Profeta. Mandato da Dio a predicare a Ninive. La sua espulsione dal ventre della balena, riportata nella Sacra Scrittura, prefigura la Risurrezione di Cristo.
  1. Beato Vincenzo Sicluna Hernández, presbitero e martire (†1936). Zelante sacerdote della città di Navarrés, che non volle abbandonare i fedeli durante le persecuzioni della guerra civile spagnola.
  1. San Pio da Pietrelcina, presbitero (†1968 San Giovanni Rotondo – Foggia).
    San Lino, Papa e martire (†sec. I). Secondo Papa della Storia. Secondo il racconto di Sant’Ireneo, furono San Pietro e San Paolo ad affidargli la cura pastorale della Chiesa. È menzionato dall’Apostolo nella seconda lettera a Timoteo (cfr. II Tm 4, 21).
  1. Beato Antonio Martino Slomšek, Vescovo (†1862). Educatore, catechista e scrittore, si occupò con impegno delle istituzioni ecclesiastiche e della vita cristiana delle famiglie, lavorando per l’unità della Chiesa in Slovenia.
  1. Beato Marco Criado, presbitero e martire (†1569). Religioso trinitario spagnolo, lapidato dai Mori sulle montagne di Alpujarras, in Spagna.
Santi Cosma e Damiano – Chiesa del Carmelo, Corella (Spagna)
  1. Santi Cosma e Damiano, martiri (†c. sec. III Ciro, Siria).
    Beata Lucia da Caltagirone, vergine (†1400). Religiosa del Terzo Ordine Regolare Francescano,  si distinse per la sua fedeltà alla Regola e la sua devozione alle cinque piaghe di Cristo.
  1. XXVI Domenica del Tempo Ordinario.
    San Vincenzo de’ Paoli, presbitero (†1660 Parigi).
    Beato Giovanni Battista Laborier du Vivier, diacono e martire (†1794). Durante la Rivoluzione francese fu condannato alla crudele prigionia a Rochefort, dove morì di una grave malattia.
  1. San Venceslao, martire (†929/935 Stara Boleslav – Repubblica Ceca).
    San Lorenzo Ruiz e compagni, martiri (†1633-1637 Nagasaki – Giappone).
    Beata Amalia Abad Casasempere, martire (†1936). Madre di famiglia, nota per la sua religiosità, fu catturata e assassinata da miliziani a Benillup, in Spagna.
  1. San Michele, San Gabriele e San Raffaele, Arcangeli.
    San Maurizio, abate (†1191). Per umiltà, rinunciò alla carica di superiore del monastero cistercense di Langonnet, in Francia. Subito dopo fu  eletto abate di Carnoët.
  1. San Girolamo, presbitero e Dottore della Chiesa (†420 Betlemme – Palestina).
    San Simone, monaco (†1082). Conte di Crépy, in Francia, rinunciò alla sua patria, al matrimonio e alle ricchezze per condurre una vita eremitica sul massiccio del Giura.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui