1. Sant’Aronne. Sacerdote dell’Antico Testamento, della tribù di Levi, fratello di Mosè.
  1. Santa Monegonda, eremita (†557). Con il consenso del marito, si ritirò in una grotta vicino a Tours, in Francia, per condurre vita eremitica.
  1. San Tommaso, Apostolo.
    Sant’Eliodoro, Vescovo (IV-V secolo). Discepolo di San Valeriano, prese parte al Concilio di Aquileia nel 381, contro l’eresia ariana.
Santa Elisabetta del Portogallo esorcizza un posseduto – Chiesa del Terz’Ordine di San Francesco, Salvador (BA) – Brasile
  1. XIV Domenica del Tempo Ordinario.
    Santa Elisabetta, regina (†1336 Estremoz – Portogallo).
    Beata Caterina Jarrige, vergine (†1836). Terziaria domenicana, durante la Rivoluzione Francese aiutò i sacerdoti che non avevano prestato giuramento, fornendo loro pane e vino per la celebrazione dell’Eucaristia.
  1. Sant’Antonio Maria Zaccaria, presbitero (†1539 Cremona).
    Sant’Atanasio di Gerusalemme, diacono e martire (†451/452). Diacono della Chiesa della Resurrezione, assassinato dal monaco eretico Teodosio, di cui aveva recriminato l’empietà durante il Concilio di Calcedonia.
  1. Santa Maria Goretti, vergine e martire (†1902 Nettuno – Roma).
    Santa Nazaria di Santa Teresa March Mesa, vergine (†1943). Suora di origine spagnola morta a Buenos Aires. Fondò, in Bolivia, l’Istituto delle Suore Missionarie Crociate della Chiesa.
  1. San Panteno di Alessandria (†III sec.). Uomo di vasta cultura che, per amore della Parola di Dio, andò in Estremo Oriente a diffondere il Vangelo.
  1. Santa Landrada, badessa (†690). Figlia spirituale di San Lamberto e prima badessa del monastero benedettino di Bilsen, in Belgio.
  1. Sant’Agostino Zhao Rong, presbitero, e 119 compagni martiri (†XVII – XX secolo, Cina).
    Beato Fedele Chojnacki, martire (†1942). Religioso cappuccino arrestato durante l’occupazione della Polonia e inviato al campo di concentramento di Dachau.
  1. Sant’Amalberga, vergine (†VIII sec.) Nata a Rodingi, in Belgio, fu educata a Bilsen da Santa Landrada e ricevette da San Villibrordo il velo delle vergini consacrate.
  1. XV Domenica del Tempo Ordinario.
    San Benedetto, abate (†547 Monte Cassino – Frosinone).
    San Leonzio, Vescovo (†c. 570). Si distinse a Bordeaux, in Francia, come costruttore e restauratore di edifici destinati al culto.
  1. Santa Agnese Lê Thị Thành, martire (†1841). Madre di famiglia uccisa in Vietnam durante il regno dell’imperatore Thiệu Trị per aver nascosto un sacerdote nella sua casa.
Sant’Enrico – Chiesa di Santa Maria dell’Anima, Roma
  1. Sant’Enrico, imperatore (†1024 Grone – Germania).
    Sant’Esdra, sacerdote e scriba che, al suo ritorno dall’esilio in Babilonia, riunì il popolo ebraico disperso e si dedicò all’insegnamento e alla messa in pratica della Legge del Signore in Israele.
  1. San Camillo de Lellis, presbitero (†1614 Roma).
    Santa Toscana, vedova (†1343/1344). Dopo la morte di suo marito, si dedicò ai malati nell’ospedale dell’Ordine di San Giovanni di Gerusalemme a Verona.
  1. San Bonaventura, Vescovo e Dottore della Chiesa (†1274 Lione – Francia).
    San Davide, Vescovo (†c. 1082). Religioso cluniacense di origine inglese, inviato come missionario per evangelizzare gli svedesi.
  1. Beata Vergine Maria del Monte Carmelo.
    Beato Giovanni Sugar, presbitero, e Roberto Grissold, martiri (†1604). Furono torturati e uccisi durante il regno di Giacomo I d’Inghilterra, il primo per aver esercitato il ministero sacerdotale in quel paese, e il secondo per averlo aiutato.
  1. Beati Ignazio di Azevedo, presbitero, e trentanove compagni, martiri (†1570 Isole Canarie – Spagna).
    San Leone IV, Papa (†855). Difensore della giustizia e apologeta del primato di Pietro.
  1. XVI Domenica del Tempo Ordinario.
    San Simone di Lipnica, presbitero (†1482). Sacerdote francescano noto per le sue predicazioni. Durante un’epidemia che colpì Cracovia, in Polonia, si dedicò alla cura dei malati e morì dopo aver contratto la malattia.
  1. Santa Macrina, vergine (†379). Sorella dei Santi Basilio Magno, Gregorio di Nissa e Pietro di Sebaste. Versata nelle Sacre Scritture, si ritirò a condurre una vita solitaria nel monastero di Annesi, nel nord della Turchia.
  1. Sant’Apollinare, Vescovo e martire (†c. II secolo Ravenna).
    San Giuseppe Barsabba, discepolo di Gesù. Fu proposto dagli Apostoli, insieme a San Mattia, per occupare il posto di Giuda.
  1. San Lorenzo da Brindisi, presbitero e Dottore della Chiesa (†1619 Lisbona).
    Santa Prassede, vergine (†a. 491). Si dice che fosse la figlia del senatore romano Pudente, convertito da San Pietro. Diede nome alla Basilica di Santa Prassede, all’Esquilino.
  1. Santa Maria Maddalena.
    Sant’Anastasio, monaco (†662). Discepolo di San Massimo il Confessore, morì nel Caucaso, dopo aver sopportato il carcere e la tortura a causa della vera Fede.
  1. Santa Brigida, religiosa (†1373 Roma).
    Sant’Ezechiele, profeta. Rimproverò il popolo d’Israele per le sue infedeltà e profetizzò la distruzione di Gerusalemme.
  1. San Charbel Makhluf, presbitero (†1898 Anaia, Libano).
    Santa Cunegonda, religiosa (†1293). Figlia del re d’Ungheria, sposata con il Principe di Cracovia (Polonia), vissero entrambi in perfetta castità. Dopo la morte di suo marito, si fece religiosa clarissa nel monastero da lei fondato.
  1. XVII Domenica del Tempo Ordinario.
    San Giacomo Maggiore, Apostolo.
    Santa Olimpia, vedova (†408). Rimasta vedova in giovane età, si dedicò al servizio di Dio a Costantinopoli e fu una fedele collaboratrice di San Giovanni Crisostomo.
  1. San Gioacchino e Sant’Anna, genitori di Maria Santissima.
    Beati Vincenzo Pinilla ed Emanuele Martin Sierra, presbiteri e martiri (†1936). Durante la Guerra Civile spagnola, furono portati via con violenza da una chiesa e fucilati.
  1. Beata Maria Maddalena Martinengo, badessa (†1737). Di famiglia nobile, entrò come religiosa nel convento dei Cappuccini di Brescia. Fu favorita da fenomeni mistici e lasciò scritti che rivelano la sua eccezionale spiritualità.
  1. San Sansone, abate e Vescovo (†c. 565). Diffuse il Vangelo e la disciplina monastica in Bretagna, Francia. Fondò l’abbazia di Dol.
  1. Santa Marta.
    San Luigi Martin, padre di famiglia (†1894). Padre di Santa Teresa di Gesù Bambino. Condusse una vita matrimoniale esemplare con sua moglie, Santa Zélia Guérin Martin.
  1. San Pietro Crisologo, Vescovo e Dottore della Chiesa (†c. 450 Imola).
    Sante Massima, Donatella e Seconda, vergini e martiri (†304). Furono uccise nell’attuale Tunisia durante la persecuzione di Diocleziano per essersi rifiutate di bruciare incenso agli idoli.
  1. Sant’Ignazio di Loyola, presbitero (†1556 Roma).
    Beato Giovanni Colombini, religioso (†1307). Ricco mercante di Siena, abbandonò tutto e abbracciò una vita di estrema povertà. Fondò l’Ordine dei Gesuati.

 

Articolo precedenteIl prezzo di un miracolo
Articolo successivoIl trono del Re dei re
Articoli non firmati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui